Bando Invitalia

“Nuove imprese a tasso 0”

E’ in apertura il nuovo bando di Invitalia “Nuove imprese a tasso 0” il giorno 19 maggio 2021.

“Nuove Imprese a tasso 0” è un incentivo dell’Ente nazionale Invitalia promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico che ha l’obiettivo di sostenere la creazione di micro e piccole imprese composte in prevalenza da giovani e finanzia investimenti che mirano a realizzare nuovi progetti o ampliare e diversificare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

Oltre al finanziamento sarà concessa anche una quota di contributo a fondo perduto.

Bando Invitalia: "Nuove imprese a tasso 0" - Finsmart

Soggetti beneficiari:

I Beneficiari dell’agevolazione sono le imprese di tutto il territorio nazionale composte per almeno la metà da giovani under 35 e da donne di tutte le età. Possono accedere al finanziamento le imprese costituite entro 5 anni alla data di presentazione della domanda.

Vi sarà una diversificazione dell’incentivo a seconda che si tratti di imprese costituite da non più di 3 anni o da imprese costituite tra i 3 e non oltre i 5 anni.

Anche le persone fisiche potranno richiedere l’agevolazione a condizione che costituiscano la società dopo l’eventuale concessione del finanziamento.

Requisiti:

Le imprese che potranno accedere al finanziamento dovranno:

  • Essere composte per il 51% da giovani under 35 e donne di tutte le età, sia nella compagine sociale sia alle quote di capitale detenute;
  • Essere costituite da non più di 5 anni.

Agevolazione:

Le imprese oltre ad accedere al finanziamento potranno ottenere una quota di contributo a fondo perduto. Sono previste due linee differenti:

  • Per le imprese costituite da non più di 3 anni gli investimenti ammessi potranno essere di massimo € 1.500.000,00.
    Il contributo a fondo perduto non potrà superare il 20% della spesa ammissibile.
    Le imprese possono richiedere anche un contributo per la copertura delle esigenze di capitale circolante il quale potrà essere massimo del 20%.
  • Per le imprese costitute da più di 3 anni e non oltre i 5 anni gli investimenti ammessi potranno essere di massimo € 3.000.000,00.
    Il contributo a fondo perduto non potrà superare il 15% della spesa ammissibile.

Per entrambe le categorie è prevista una copertura del 90% delle spese ammissibili da rimborsare in 10 anni e l’investimento dovrà concludersi entro 24 mesi dalla concessione del finanziamento.
Non sono richieste particolari garanzie per investimenti inferiori a € 250.000,00.

Spese ammissibili:

Le spese ammissibili per le imprese fino a 3 anni:

  • Opere murarie e assimilate (30% investimento ammissibile);
  • Macchinari, impianti e attrezzature;
  • Programmi informatici e servizi per l’ICT;
  • Brevetti, licenze e marchi;
  • Consulenze specialistiche (5% investimento ammissibile);
  • Spese connesse alla stipula del contratto di finanziamento;
  • Spese per la costituzione della società.

Le spese ammissibili per le imprese tra i 3 e i 5 anni:

  • Acquisto di immobili nel settore turistico (40% investimento ammissibile);
  • Opere murarie e assimilare (30% investimento ammissibile);
  • Macchinari, impianti e attrezzature;
  • Programmi informatici;
  • Brevetti, licenze e marchi.

Modalità di presentazione della domanda e tempistiche:

Le domande potranno essere inviate online a partire dal 19 maggio 2021 e verranno esaminate in base all’ordine di presentazione.

L’ufficio è a completa disposizione per seguire tutte le procedure del presente bando e per fornire tutte le informazioni necessarie per avviare il processo di raccolta documentale e preparazione del progetto.

I riferimenti sono i seguenti:

Oppure potete contattare il Dott. Simone Manigrasso ai recapiti:

Non esitate a contattarci per telefono, mail o compilando il form sottostante.